Kryvyi Rih sulla mappa

Kryvyi Rih è una città ucraina situata nel sud-est del paese. La sua popolazione è di oltre 560 mila persone, grazie alle quali Kryvyi Rih è una delle città più grandi del paese. È anche considerato l’insediamento più lungo di tutta Europa, con una lunghezza di 67 km da nord a sud.

I bacini artificiali situati nel territorio di Krivoy Rog creano i bacini dei fiumi Ingulets e Saksagan.

La città è geograficamente suddivisa in 7 distretti. Sono separati gli uni dagli altri e dispongono di infrastrutture e impianti industriali eccellenti. Kryvyi Rih è circondato da miniere dove viene estratto il minerale di ferro.

Durante la Grande Guerra Patriottica, molte imprese e fabbriche furono evacuate negli Urali. Pertanto, negli anni del dopoguerra, dovevano essere ricostruiti. Al momento, ci sono un certo numero di imprese industriali nel territorio dell’insediamento.

Dneprodzerzhinsk sulla mappa

Dneprodzerzhinsk è una città ucraina situata nella regione di Dnepropetrovsk. Il fiume Dnepr scorre nel mezzo della città. Divide Dneprodzerzhinsk in sponde sinistra e destra. Per spostarsi da una sponda all’altra è necessario attraversare un grande ponte stradale. C’è anche una diga del bacino idrico. Sulla riva destra del fiume, puoi vedere gli impianti industriali e la maggior parte della città stessa. La popolazione della città è di oltre 250mila persone.

La riva sinistra è abitata solo da 1/3 della popolazione. La sponda sinistra, contrariamente alla destra, ha una superficie piuttosto ridotta, ma non ha aziende e fabbriche inquinanti. Per questo, è considerato rispettoso dell’ambiente. Tuttavia, è lontano dal centro della città e dalle aree industriali. Spesso è difficile per le persone arrivare dall’altra parte. La maggior parte dei cittadini ama visitare le grandi isole situate sul fiume Dnepr. Sono considerati un luogo di vacanza preferito in città.

Vedi Pavlograd sulla mappa

Ci sono città particolarmente importanti dal punto di vista strategico per l’industria ucraina. Uno di questi è Pavlograd. Si trova nel cuore del bacino carbonifero del Donbass. Una vasta zona industriale è separata dalle aree residenziali e si estende lontano da esse in direzione nord – tutte le imprese e le industrie sono concentrate lì. Fino alla fine del XVIII secolo l’insediamento non aveva lo status di città. Ma già nel XIX secolo si sviluppò in un grande centro commerciale.

A quel tempo, la regione si specializzava nella produzione di grano e farina. Il numero di prodotti era così elevato da consentirne l’esportazione in altri paesi. Russia, Turchia e Inghilterra acquistarono volentieri grano e farina da Pavlograd. Fu durante questo periodo economicamente favorevole che furono costruiti numerosi stabilimenti e stabilimenti. La posizione favorevole della città all’incrocio delle strade le ha permesso di stabilire rapidamente ed efficientemente collegamenti di trasporto con Kiev, Lugansk e Izvarino. Insieme alle grandi città più vicine (Dnepropetrovsk e Zaporozhye) Pavlograd è inclusa nel gruppo delle città più importanti e strategicamente importanti per il paese.

Mappa fisica dell’Ucraina

La maggior parte del territorio del paese si trova nella parte sud-occidentale della pianura dell’Europa orientale. Si tratta di steppe e bassi altopiani, che si innalzano in media a 175 metri sul livello del mare. La mappa fisica dell’Ucraina, dettagliata e accessibile, nomina le seguenti colline principali:

  • Volynskaya
  • Cresta di Donetsk
  • Cresta Ovruch
  • Podolskaya
  • Priazovskaya
  • Pridneprovskaya
  • Tovtry

E anche pianure:

  • Polesskaya
  • Dnieper
  • Mar Nero

Le montagne

Le regioni montuose occupano solo il 5% del territorio dell’Ucraina. Questi sono, prima di tutto, i Carpazi orientali, che fanno parte del sistema montuoso dei Carpazi. Il punto più alto dell’Ucraina è il Monte Hoverla (2061 m).

Sulle mappe russe dopo il 2014, i Carpazi sono designati come l’unica regione montuosa del paese. Fino a quel momento, la mappa fisica dell’Ucraina in russo includeva la penisola di Crimea e le montagne della Crimea che si estendevano a sud e sud-est (la vetta principale è Roman-Kosh, 1545 m). Nelle moderne mappe ucraine e in altre mappe straniere, la Crimea è ancora designata come regione dell’Ucraina.

Fiumi

Le fertili pianure del paese sono attraversate da 160 fiumi lunghi oltre 100 chilometri. Quasi tutti (ad eccezione del Bug occidentale) fluiscono verso sud, sfociando nei mari Nero e Azov. Nel sud-ovest, il delta del Danubio forma il confine con la Romania.

I più grandi fiumi in Ucraina:

  • Dnipro (1121 km)
  • Dniester (925 km)
  • Pivdenny Buh (806 km)
  • Donets settentrionale (700 km)
  • Goryn ‘(577 km)
  • Desna (575)
  • Ingulette (549 km)

Mari e laghi più grandi

Nel sud, l’Ucraina ha accesso al Mar Nero e all’Azov, che sono i mari interni dell’Oceano Atlantico. Ci sono molti laghi nel paese: circa 20mila, 7mila hanno una superficie di oltre 10 ettari. I più grandi sono indicati sulla mappa fisica dettagliata dell’Ucraina:

  • Yalpug (149 km²)
  • Cahul (90 km²)
  • Kugurlui (82 km²)
  • Katlabug (68 km²)

Tutti questi laghi appartengono al tipo di inondazione (estuario) e si trovano nel corso inferiore del Danubio nell’Ucraina sud-occidentale (regione di Odessa). 

Chernihiv sulla mappa

Chernihiv è una delle città più antiche dell’Ucraina con una lunga storia, ricca di vari eventi. Si trova nel nord del paese ed è uno dei più grandi centri regionali, di trasporto e industriali. Il fiume Strizhen attraversa il suo territorio; e da sud e sud-est, il fiume Desna e una vasta area forestale fungono da confine. Qui, lungo il fiume Desna, ci sono molti serbatoi grandi e piccoli.

L’intera zona industriale di Chernigov, le fabbriche e la produzione che possono danneggiare l’ecologia della città con le loro emissioni nocive, sono state rimosse dalle aree residenziali. Si trovano in lontananza, nella periferia orientale e nord-occidentale del distretto urbano. L’ubicazione delle vie di trasporto e la configurazione delle aree residenziali della città formano una chiara struttura rettangolare con una predominanza di linee parallele e perpendicolari. Il principale oggetto strategico è l’autostrada M-01. Un numero considerevole di strade e viali portano i nomi loro assegnati durante l’esistenza dell’Unione Sovietica. Per l’implementazione della comunicazione interurbana a Chernihiv, ci sono due stazioni degli autobus, un aeroporto e una stazione fluviale.

Odessa sulla mappa

La famosa Odessa si trova ai confini meridionali dell’Ucraina. Grazie alle immagini satellitari è possibile vedere in dettaglio le caratteristiche della città e dei suoi confini. La maggior parte di Odessa si trova proprio sulla costa del Mar Nero, che si estende sul terreno pianeggiante della baia. La presenza dell’accesso diretto al mare ha permesso di formare qui una base navale.

La città stessa è famosa per la sua bellezza e le sue attrazioni culturali e storiche. Il suo centro storico è stato incluso nelle liste dell’UNESCO come patrimonio culturale dell’Ucraina. Oltre alle attività sviluppate di sanatorio e resort, che è una conseguenza della vicinanza della costa del mare, anche industrie come la raffinazione del petrolio e l’ingegneria meccanica funzionano e si sviluppano con successo a Odessa. Il fiume Dniester che scorre attraverso il distretto urbano fornisce l’approvvigionamento idrico non solo alla città, ma anche a tutti gli insediamenti adiacenti. Le spiagge di Odessa, lunghe decine di chilometri, sono famose e apprezzate in molti paesi.

Mappa dell’Ucraina prima del 1939

Al giorno d’oggi, l’Ucraina è considerata il più grande paese d’Europa, superando nell’area Spagna, Francia, Germania e secondo solo alla Federazione Russa. Ma che aspetto aveva la mappa dell’Ucraina prima del 1939, prima di entrare nell’Unione Sovietica?

È considerato il 1654, l’anno della formazione del primo stato ucraino indipendente creato da Bohdan Khmelnytsky durante la rivolta contro il Commonwealth. Durante il regno di Caterina II nell’impero russo, città come Kherson, Kirovograd, Nikolaev, Odessa e Dnepropetrovsk furono fondate sulle terre dell’attuale sud dell’Ucraina. Nel dicembre 1917 fu creata la Repubblica popolare ucraina dei Soviet, di cui la città di Kharkov era la capitale, fino a quando fu sostituita da Kiev nel dicembre 1934 al 7 ° Congresso del Partito Comunista.

Alla fine del 1922, l’Ucraina aveva un totale di 10 province. Taganrog e la parte orientale del Donbass, che apparteneva dal 1920, tornarono alla RSFSR nel 1924. Come risultato dell’aggiunta di 6 regioni, la riunione del popolo si concluse a Lviv e adottò la dichiarazione del 27 ottobre 1939 “Sull’ingresso dell’Ucraina occidentale nella SSR ucraina”. I confini dell’Ucraina sono cambiati più di una volta fino al 1939, la mappa è stata ristampata quasi ogni anno.

Cherkasy sulla mappa

Cherkasy è una delle città più grandi dell’Ucraina, con una popolazione di oltre 280mila persone. È considerato il centro dell’economia e dell’industria. Le immagini satellitari mostrano che la città si trova sul territorio della riva destra del Dnepr sul bacino artificiale di Kremenchug. La distanza da Kiev è di soli 160 km circa.

La storia di Cherkassy risale alla metà del XIX secolo. A quel tempo, iniziarono a stabilire attivamente la comunicazione ferroviaria e sempre più navi da carico venivano fatte galleggiare lungo i fiumi.

Nonostante la grande popolazione, la città è attualmente compatta e occupa solo 70 km2. Cherkasy è divisa in due parti da Smelyanskaya Street. La sponda destra e quella sinistra sono collegate dal platino, lungo il quale si organizza il traffico ferroviario e stradale. Anche nel distretto di Sosnovy di Cherkassy c’è una diga di un bacino idrico.

Leopoli sulla mappa

Leopoli si unisce alle sette più grandi megalopoli dell’Ucraina. Si trova nella parte occidentale del paese ed è la capitale inedita dell’Ucraina occidentale. Sulla mappa, dal satellite, puoi vedere dove si trova Leopoli, in quali distretti è divisa; strutture naturali e amministrative. Una bellissima metropoli, Lviv, è stata fondata nel 13 ° secolo.

Dalla fase della sua fondazione, iniziò a svilupparsi rapidamente sotto la guida del sovrano galiziano Daniel Romanovich. Ogni secolo, altri governanti erano al potere nella metropoli, immigrati da altri paesi si stabilirono qui e nel XV secolo i monaci gesuiti si stabilirono qui. Riuscirono a soggiogare il tesoro principesco e divennero anche gli organizzatori della costruzione di bellissime chiese sul territorio della fortificazione. A livello regionale Lviv è divisa in 6 distretti.

Il centro storico si trova nel distretto della Galizia. Questa stessa zona era un palazzo principesco fortificato con camere principesche nel XIII-XIV secolo. Anche Pietro I ha preso parte alla sistemazione della città di Leopoli. Quando il suo equipaggio è entrato nella metropoli, sono stati impantanati nel fango sulla piazza del mercato e il sovrano russo ha ordinato di stenderlo con pietre per lastricati di legno.

Khmelnitsky sulla mappa

Khmelnitsky è una delle più grandi città dell’Ucraina occidentale. Ha una ricca storia di seicento anni, che inizia con un piccolo insediamento di Ploskirov. La città si trova sulle rive del fiume Southern But, chiaramente visibile dal satellite. Ma la zona vanta anche altri specchi d’acqua.

South Booth divide la città in due parti. Pertanto, in città puoi vedere molti ponti, che sono contrassegnati sulle mappe e sugli schemi di Khmelnytsky. Le aree della sponda destra e sinistra sono collegate da sei ponti stradali e tre ferroviari. La riva destra, dove si trova il centro della città, è considerata una parte storicamente importante. Fu proprio lì che apparve il villaggio di Ploskirov.

La popolazione di Khmelnytsky è di oltre 270 mila persone. La città è divisa in sei distretti. Ognuno di loro è dotato di centri commerciali, imprese industriali, istituzioni educative e mediche e stazioni degli autobus suburbane.

Lo sviluppo del territorio non ha una struttura chiara: i parchi, tutti i tipi di spazi verdi, i fiumi rendono disomogenei i quartieri.