Mappe dell’Ucraina

La mappa dell’Ucraina ha circa 70 varietà. Ognuno di loro introduce singoli aspetti della struttura di questo paese, che ha un ricco patrimonio culturale e storico. Lo studio di vario tipo è utile sia per gli stranieri che vengono a visitare o vivono nello stato ucraino, sia per i cittadini che vogliono saperne di più sulla loro patria.

Ucraina: mappa del paese per tutte le occasioni

Tra le carte popolari e richieste ci sono:
1. Mappa amministrativa dell’Ucraina con regioni, distretti e città. Questo punto di vista è destinato a coloro che vogliono sapere in quali unità amministrative è composto lo stato ucraino. Nella sua interpretazione moderna, include sia la Crimea che le regioni del Donbass (Luhansk e Donetsk), che furono catturate dalla Russia. Ciò è spiegato dal fatto che la comunità mondiale considera ancora questi territori ucraini. Tuttavia, dopo il 2014, esiste già una mappa separata dell’Ucraina con le regioni occupate.
2. Geografico fornisce un’immagine generalizzata del territorio ucraino, consentendo di vedere visivamente la copertura del territorio, le dimensioni del paese, il rilievo con le sue montagne, fiumi e valli, ecc. Se viene scelta un’opzione su larga scala, permette di vedere singoli oggetti sul terreno, insediamenti, caratteristiche della copertura del suolo, idrografia, ecc.
3. Automotive. Questo tipo ha lo scopo di aiutare coloro che viaggiano in auto o con i mezzi interurbani. Una tale mappa dell’Ucraina con città e strade consente di tracciare o calcolare un percorso tra i singoli insediamenti al fine di modificare il chilometraggio, trovare un percorso più breve, ecc.
4. Mappa dell’Ucraina foto e visualizzazione interattiva. Le cartoline fotografiche sono ben note a tutti fin dalla scuola, ma grazie alla tecnologia informatica, recentemente sono apparse sempre più mappe interattive. Combinano le capacità di immagini del terreno su larga, media e piccola scala, consentendo di passare in qualsiasi momento, se necessario, tra un’opzione di panoramica generale e uno studio dettagliato di singoli luoghi o oggetti.

E queste sono solo le mappe più elementari, e ci sono ancora vecchie mappe storiche, politiche, ecologiche e molte altre. Inoltre, nuove specie compaiono regolarmente. Ad esempio, in relazione alla pandemia del 2020, è apparsa una mappa che mostra il livello di pericolo di infezione da coronavirus in alcune regioni e insediamenti.

Mappa ferroviaria dell’Ucraina

Le ferrovie dell’Ucraina hanno una lunghezza totale di oltre 23.000 km. La mappa della ferrovia dell’Ucraina, dettagliata e disponibile su Internet, fornisce un quadro abbastanza completo del sistema ferroviario del paese, che occupa:

  • 13 ° posto al mondo per lunghezza cumulativa del percorso
  • 6 ° posto al mondo per traffico passeggeri ferroviario
  • 7 ° posto al mondo per traffico merci su rotaia

Stazioni ferroviarie, stazioni, binari

La mappa delle ferrovie ucraine con le stazioni include i nomi di quasi tutte le 1.700 stazioni e fermate. Le stazioni indicate sulla mappa sono suddivise in cinque categorie, a seconda della loro capacità totale. Inoltre, sulla mappa della ferrovia dell’Ucraina sono indicati il ​​trasporto merci, lo smistamento, le stazioni intermedie, i binari, i binari di raccordo e persino le tribune chilometriche.

La compagnia statale PJSC “Ukrainian Railways” ha sei divisioni:

  • Ferrovia sud-ovest (centro) (Kiev)
  • Ferrovia di Leopoli (Leopoli)
  • Ferrovia Pridneprovskaya (città di Dnipro)
  • Ferrovia di Donetsk (Liman)
  • Ferrovia meridionale (Kharkov)
  • Odessa (Odessa)

Sulla mappa delle ferrovie ucraine, i territori serviti da ciascuna delle divisioni sono evidenziati nel proprio colore. Le ferrovie regionali, a loro volta, sono anche suddivise in più dipartimenti, di cui, di regola, quattro o cinque.

Mappa ferroviaria dell’Ucraina: storia e modernità

La mappa ferroviaria dell’Ucraina dà anche un’idea dell’intensità del traffico sulle ferrovie, che un tempo si formò storicamente nel paese. Nell’est dell’Ucraina – una tradizionale regione mineraria e industriale – la rete ferroviaria ha la densità maggiore, nel nord più agricolo – la minore.

Le ferrovie ucraine sono collegate alle reti ferroviarie di tutti gli stati confinanti: Bielorussia, Ungheria, Moldova, Polonia, Russia, Romania e Slovacchia. La mappa mostra il tunnel Beskydy nei Carpazi relativo alla ferrovia di Leopoli, che è stata aperta al traffico nel maggio 2018. Questa è la sezione più importante del percorso, attraverso la quale passa circa il 60% del traffico merci tra l’Ucraina ei paesi dell’UE.

Regione di Volyn sulla mappa

In Zap. a lato della pianura dell’Europa orientale c’è un’area chiamata Volyn. Si trova nei fiumi chiamati Pripyat e Zap. Boog. Il rilievo di questo territorio è piatto.

Frontiere:

  • Est – regione di Rivne (Ucraina);
  • Ovest – Polonia;
  • Nord – regione di Brest (Bielorussia);
  • Sud – Regione di Lviv (Ucraina).

La posizione del territorio della regione del Volyn:

  • ¾ i territori si trovano nella pianura del Polesye (da 140 a 150 m.);
  • ¼ del territorio si trova a nord. – Zap. parti del Volyn Upland.

Fiumi che scorrono attraverso la regione (la lunghezza di tutti i fiumi è di 3292 km.):

  • Pripyat;
  • Turia;
  • Stokhod;
  • Styr;
  • Bug occidentale.


Laghi:

  • Svityazhskoe;
  • Tours;
  • Pulemetskoe;
  • Bianco, ecc.

Foreste (rappresentano il 32,5% del territorio):

  • Pino (60%);
  • Betulla (10%);
  • Rovere (13%);
  • Ontano (13%).

Regione di Vinnytsia sulla mappa

Ucraina. Sulla riva destra, a est di Podillya, si trova la regione di Vinnytsia. Sul lato nord è adiacente alla regione di Zhytomyr, sul lato sud con la regione di Odessa e la Moldova. I vicini orientali sono le regioni di Cherkasy, Kirovograd e Kiev, la parte occidentale confina con la regione di Khmelnytsky e Chernivtsi. L’area principale della regione si trova sugli altopiani di Podolsk e Predneprovsk (rispettivamente 362 metri sul livello del mare e 323).

L’intera area della regione di Vinnytsia è una pianura ondulata. Dal lato nord-orientale, sale e diminuisce nella parte meridionale. La parte sud-occidentale della regione è in gran parte frastagliata da numerose valli degli affluenti di sinistra del Dniester. Il fiume Bug meridionale scorre attraverso la sezione centrale con un gran numero di suoi affluenti. Nel sud-ovest, proprio al confine della regione, il Dniester scorre con i suoi affluenti, come Lyadovka, Murafa e molti altri. Il piccolo trasporto marittimo è molto sviluppato sui fiumi e viene utilizzato anche come fonte di energia idroelettrica.

Vinnytsia sulla mappa

Vinnytsia è una città ucraina regionale. Centro amministrativo, sociale e culturale della regione di Vinnytsia. Distanza dalla capitale dell’Ucraina Kiev – 200 chilometri a sud-ovest.

Gli storici discutono sull’origine del nome. Versioni note:

  • l’insediamento si trova vicino al fiume Vinnichka;
  • qui nelle distillerie da tempo immemorabile si facevano “birre di vino”.


La città è apparsa sulle rive del Bug meridionale, un grande fiume che scorre nel sud-ovest del paese. Dalla mappa satellitare sono visibili due parti disuguali: la riva destra, dove ha avuto origine Vinnitsa, e la riva sinistra. Le rive del fiume sono collegate da tre ponti stradali. Oltre al Bug meridionale, altri fiumi scorrono attraverso Vinnitsa. I laghi sono visibili.

L’area urbana è vasta – circa 120 chilometri quadrati. I blocchi sono scarsamente costruiti a causa di corpi idrici situati entro i limiti della città. La mappa della struttura amministrativo-territoriale comprende 3 aree urbane. Il centro storico si trova nel quartiere Zamostyansky sulla riva destra.

Kharkiv sulla mappa

A una distanza di 26 km dal confine con la Russia in direzione sud si trova una delle megalopoli dell’Ucraina – Kharkiv, la cui popolazione è di quasi 1,5 milioni di persone. In termini di territorio e popolazione, è al secondo posto tra le altre città dell’Ucraina ed è persino inclusa nell’elenco delle più grandi città dell’Europa orientale. L’area totale su cui si trova Kharkiv è di oltre 350 km2. Diversi fiumi scorrono attraverso le sue terre ei confini a nord e ad ovest sono contrassegnati da foreste e grandi laghi.

La città è giustamente chiamata il centro scientifico del paese; sul suo territorio si trovano le più grandi università statali, diverse accademie e laboratori scientifici. Inoltre, è anche un grande centro industriale e di trasporto. Le strade, i viali e i viali di Kharkiv (il cui numero totale è vicino a 450), insieme alle arterie di trasporto, formano un motivo a ventaglio, originando nel centro della città e divergendo radialmente verso la periferia. La maggior parte delle strade della città prende il nome dagli Eroi della Grande Guerra Patriottica e dagli Eroi del Lavoro. Ci sono anche molte strade che prendono il nome da artisti, architetti e politici che hanno lasciato il segno nella storia.

Vedi Poltava sulla mappa

La storia di Poltava è profondamente radicata nel passato. Gli archeologi insistono sul fatto che un insediamento esisteva sul sito di questa città già nel IX secolo. Poltava occupa un posto nel nord-est del paese a una distanza di 300 km da Kiev, lungo il letto del fiume Vorskla. Il piccolo fiume Kolomak scorre lungo la parte orientale della città e lungo il perimetro è circondato da un gran numero di foreste. In tutti i quartieri e in tutto il territorio del distretto urbano sono sparsi bacini grandi e piccoli, naturali e artificialmente creati.

La storia di Poltava è ricca di tragici eventi; molti conflitti armati si sono verificati su questo territorio. La battaglia più famosa vinta nella Guerra del Nord nello scontro con gli svedesi sotto la guida di Carlo XII è chiamata Poltava dagli storici. All’inizio del XIX secolo, la città si sviluppò in un importante centro culturale e industriale. A quel tempo, circa 40 imprese, diverse scuole e college funzionavano qui, un istituto e un corpo di cadetti furono aperti. Allo stesso tempo, iniziò la costruzione dell’originale Piazza Rotonda, da cui si dipartono le strade principali della città. Unico nelle sue prestazioni, è diventato a lungo il segno distintivo di Poltava.

Fiumi dell’Ucraina: non riconoscere i confini

I fiumi dell’Ucraina sulla mappa con nomi hanno circa 160 arterie blu lunghe 100 km o più. Una caratteristica caratteristica: quasi tutti i grandi fiumi che scorrono attraverso il paese sfociano nel Mar Nero. L’eccezione è la Western Bug (il suo bacino è il 2% dell’area del paese), che sfocia nel Baltico in Polonia.

Mappa dei fiumi dell’Ucraina: il più grande dei grandi

Dnepr – il suo bacino copre circa il 65% del territorio dell’Ucraina, lunghezza – 2.290 km. Le origini di questo più grande fiume ucraino sono nella Federazione Russa. Ha quasi 15mila affluenti, i più grandi sono Ingulets, Desna e Pripyat. Il Dnepr scorre attraverso 25 città del paese, le più grandi delle quali sono Kiev, Dnipro, Zaporozhye, Kherson, Cherkassy, ​​Kremenchug.

Dniester (lunghezza 1.362 km) – ha origine nella regione di Lviv nell’Ucraina occidentale e scorre a sud-est. Quindi scorre attraverso il territorio della Moldova e torna di nuovo in Ucraina – circa 50 km prima della sua foce nel Mar Nero. Il bacino del Dniester occupa circa il 12% dell’area del paese.

Danubio (lunghezza 2.860 km) – il secondo fiume più grande d’Europa ha origine nelle montagne della Foresta Nera in Germania e scorre attraverso il territorio di 10 stati. Gli ultimi 120 km del Danubio, prima di raggiungere il Mar Nero, formano il confine naturale tra Ucraina e Romania. Alcuni dei suoi affluenti hanno origine nei Carpazi ucraini e attraversano il territorio degli stati vicini. Ad esempio, il Tisza scorre dall’Ucraina all’Ungheria e il Prut scorre in Romania e Moldova. In generale, l’Ucraina rappresenta il 7,5% del bacino del Danubio.

Donets settentrionale – il bacino di questo fiume più grande (lungo 1.053 km) nell’Ucraina orientale occupa circa il 4% del territorio del paese. Ha origine nella Federazione Russa, quindi scorre per circa 450 km attraverso l’Ucraina e torna nuovamente in Russia, dove sfocia nel Don.

Fiumi dell’Ucraina: interni e piccoli

Bug meridionale: dalla sorgente alla bocca scorre solo in Ucraina. La lunghezza è di 806 km, la superficie del bacino è circa il 3% del territorio del paese. Attraversa città come Khmelnitsky, Vinnytsia e Nikolaev.

Una mappa dettagliata dei fiumi dell’Ucraina con i nomi mostra che circa il 7% del territorio del paese appartiene al bacino costiero condizionale. Comprende tutti i piccoli fiumi che sfociano direttamente nel Mar Azov e nel Mar Nero. 

Zhytomyr sulla mappa

Sulle rive di uno dei fiumi più pittoreschi dell’Ucraina si trova il bellissimo Zhitomir. Più di 260mila persone vivono in questo territorio e la città è considerata un centro amministrativo regionale. Questa è una delle città più antiche e il tempo si conta dall’884, dal momento del primo insediamento in questa zona. Per la prima volta, Zhitomir fu menzionata come città all’inizio del XIV secolo. Già mezzo secolo dopo, la città ricevette lo status di centro amministrativo, numerosi artigiani conducevano attivamente la loro produzione sul suo territorio e si svolgeva anche il commercio. Tra un paio di secoli inizierà anche l’estrazione mineraria. Nei luoghi in cui prima si estraeva la roccia granitica, ora si sono formate cave, ora sono tutti serbatoi artificiali.

Dal confine meridionale, Zhitomir è delimitato dal fiume Teterev, che a sua volta è il principale corpo idrico. Ci sono molti bacini idrici in città e nei suoi angoli più pittoreschi, sul territorio delle zone del parco forestale, ci sono sanatori nazionali e centri termali, che erano molto popolari ai tempi dell’Unione Sovietica.

Nikopol sulla mappa

Nikopol è una città nella parte sud-orientale dell’Ucraina, appartiene alla regione di Dnepropetrovsk ed è il centro amministrativo della regione di Nikopol. La città si trova sulla riva destra del fiume Dnepr, a 99 km da Dnipropetrovsk. L’area della città è di 59 km2. Il territorio di Nikopol appartiene alla zona della steppa e si trova tra le sottozone della steppa settentrionale e centrale. Nel sud, la città è bagnata dal bacino idrico di Kakhovka. L’altezza sul livello del mare oscilla tra i 13 ei 78 metri. Questa regione è caratterizzata da un clima continentale moderato.

Nikopol è uno dei centri industriali dell’Ucraina. Oltre il 50% delle entrate per il bilancio della città è generato da imprese industriali e metallurgiche. La città ha più di 400 strade con una lunghezza totale di circa 600 km. Ci sono circa 800 edifici residenziali multipiano a Nikopoli. La città è attraversata da una ferrovia principale, un’autostrada regionale, il trasporto fluviale è ben sviluppato.

La città fu fondata nel 1639 e la prima menzione di essa risale al 1645. Sul territorio della città sono stati rinvenuti resti di insediamenti e sepolture risalenti al II millennio a.C. Durante gli scavi è stata rinvenuta una notevole quantità di materiali archeologici relativi alle antiche culture del periodo neolitico, dell’età del bronzo, scita e sarmata. Uno dei reperti più preziosi della città è il Pettorale d’Oro, risalente al IV secolo a.C.