Mappa dell’Ucraina prima del 1939

Al giorno d’oggi, l’Ucraina è considerata il più grande paese d’Europa, superando nell’area Spagna, Francia, Germania e secondo solo alla Federazione Russa. Ma che aspetto aveva la mappa dell’Ucraina prima del 1939, prima di entrare nell’Unione Sovietica?

È considerato il 1654, l’anno della formazione del primo stato ucraino indipendente creato da Bohdan Khmelnytsky durante la rivolta contro il Commonwealth. Durante il regno di Caterina II nell’impero russo, città come Kherson, Kirovograd, Nikolaev, Odessa e Dnepropetrovsk furono fondate sulle terre dell’attuale sud dell’Ucraina. Nel dicembre 1917 fu creata la Repubblica popolare ucraina dei Soviet, di cui la città di Kharkov era la capitale, fino a quando fu sostituita da Kiev nel dicembre 1934 al 7 ° Congresso del Partito Comunista.

Alla fine del 1922, l’Ucraina aveva un totale di 10 province. Taganrog e la parte orientale del Donbass, che apparteneva dal 1920, tornarono alla RSFSR nel 1924. Come risultato dell’aggiunta di 6 regioni, la riunione del popolo si concluse a Lviv e adottò la dichiarazione del 27 ottobre 1939 “Sull’ingresso dell’Ucraina occidentale nella SSR ucraina”. I confini dell’Ucraina sono cambiati più di una volta fino al 1939, la mappa è stata ristampata quasi ogni anno.